• Home
  • Lievitati
  • Pizza a casa come in pizzeria con fornetto G3Ferrari
0 0
Pizza a casa come in pizzeria con fornetto G3Ferrari

Condividi su i tuoi social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo URL

Ingredienti

666g (i 2/3) di farina 1 circa 12g di proteine mi piace sperimentare diverse marche
333g (1/3) di farina 0
600g il 60% di acqua questa percentuale dipende molto dalla di farina utilizzate. Nel mio caso con le farine a marca Consilia utilizzate risulta essere la percentuale ottimale.
5g di lievito di birra oppure 60g di lievito Madre fresco
33g di sale

Pizza a casa come in pizzeria con fornetto G3Ferrari

  • Media

  • 72ore

Ingredienti

Istruzioni

Condividi

Come spesso ho detto e continuerò sempre a dirvi  la ricetta dell’impasto perfetto in assoluto non c’è: bisogna sperimentare, scoprire nuove farine, studiare e conoscere bene il proprio forno. Solo cosi, piano piano, si arriva a perfezionare quella che sarà la “vostra ricetta”, ovvero quella che meglio appaga il vostro gusto e quello dei vostri familiari e vi rappresenta.

Continuando la mia sperimentazione ho messo a punto questa ricetta che vi andrò presto a descrivere in dettaglio.
Io di solito utilizzo il lievito madre, ma poiché sono consapevole che non tutti hanno il tempo e la pazienza di “accudirlo” nella ricetta che vi propongo l’ho sostituito con l’equivalente quantità in lievito di birra.

Di sicuro una svolta nella realizzazione della pizza casalinga sono riuscita a raggiungerla grazie al meraviglioso fornetto Delizia della G3Ferrari. Da quando l’ho scoperto non ne faccio più a meno tutto un altro mondo. Riesco finalmente a cuocere una pizza in 4/5 minuti con un risultato sorprendente, basta osservare qualche piccola attenzione (prometto presto di dedicare una guida su come utilizzare questo meraviglioso fornetto per raggiungere un risultato ottimale).

 

 

Mescoliamo per bene i due tipi di farina.

Dividiamo l’acqua in 2 parti.
Versiamo una prima parte nella scodella della planetaria, nella seconda sciogliamo il sale.

 

Montiamo lo strumento foglia alla planetaria, sbricioliamo il lievito nella scodella dove precedentemente abbiamo versato una parte d’acqua ed azioniamo a velocità 1 per un paio di minuti, fino a quando il lievito non sarà completamente sciolto.

Aggiungiamo la farina un poco alla volta, facendola cadere “a pioggia” con un cucchiaio. Man mano che aggiungiamo la farina, diamo alla planetaria il tempo di integrarla completamente con l’acqua, in modo da ridurre la formazione di grumi.

Quando l’impasto inizierà ad assumere una consistenza cremosa, cambiamo lo strumento foglia con il gancio. Azioniamo la planetaria sempre a velocità 1 e continuiamo ad aggiungere la farina.

Quando tutta l’acqua sarà assorbita, versiamo nella planetaria la seconda parte d’acqua, quella con il sale.
Continuiamo a lavorare a velocità 1 aggiungendo ancora piano piano la restante farina.

La lavorazione dovrà protrarsi fin tanto che l’impasto sarà ben compattato ed elastico e si staccherà dalle pareti della ciotola.


A questo punto non ci resta che rifinire l’impasto. Trasferiamo l’impasto su di una spianatoia infarinata, impastiamo per qualche altro minuto a mano effettuando qualche giro di pieghe in modo da “dargli forza”.

L’impasto finale dovrà avere un aspetto liscio e al tatto dovrà essere soffice, umidiccio ma non appiccicoso. Un modo per capire la bontà del nostro impasto consiste nel “premere” sull’impasto con i polpastrelli: non dovrà incollarsi alle dita e i buchi lasciati dovranno lentamente riprendere il loro volume iniziale.

 

Diamo all’impasto la forma di una palla e riponiamolo in una ciotola leggermente infarinata, copriamo per bene con della pellicola trasparente e riponiamolo nella parte più bassa del frigo.

Lasciate riposare per 24 ore.

 

Stagliatura

Trascorse 24 ore l’impasto sarà raddoppiato.

Togliamolo dal frigo e senza toglierlo dal contenitore lasciamo stemperare per 10minuti a temperatura ambiente.

Infarinate leggermente il piano da lavoro con della semola e trasferitevi l’impasto. Con l’ausilio di un tarocco dividete l’impasto in parti da circa 260g ciascuna, dovreste ottenere 6 parti.

Utilizzando la tecnica della Pirlatura formate i panetti.

Riponete ciascun panetto all’interno dell’apposita cassettina di lievitazione (in alterativa usate dei contenitori ermetici tondi ed abbastanza capienti, calcolate che il panetto deve avere agio per crescere), e riponete sempre nella parte più bassa del frigo dove lasceremo riposare per altre 48ore alla temperatura di 5°C.

Stendere la Pizza

Dopo ulteriori 48ore i panetti sono pronti per essere stesi.

Togliete i panetti dal frigo ma senza toglierli dai contenitori e lasciateli riposare per una mezzoretta fuori dal frigo.

Trasferite con molta delicatezza il panetto su un piano da lavoro spolverizzato con della semola e con l’utilizzo dei soli polpastrelli iniziate a stendere la vostra pizza.

Questo passaggio è molto importante perché, oltre a dare la forma alla pizza, viene spinta l’aria contenuta nell’impasto verso il cornicione, in modo che questo aumenti maggiormente di volume e si eviti la formazione di bolle nella parte centrale.
Stendete l’impasto utilizzando i polpastrelli di entrambe le mani, con un movimento che dia l’idea (appunto) di spingere ai bordi l’aria contenuta nell’impasto, premendolo e ruotandolo più volte per ottenere un risultato uniforme.

 

Condimento

Beh per il condimento lascio a voi la scelta…
Una sola raccomandazione: usare ingredienti semplici ma soprattutto di Ottima qualità. Una ottima passata di pomodoro e per favore non usate quelle pessime paste filate, ma adoperate solo dell’ottimo fior di latte fresco di giornata.

Consiglio sempre di cuocere prima la pizza con la sola base di passata di pomodoro ed aggiungere tutti gli ingredienti solo negli ultimo minuti di cottura.

Cottura

In questa fase il fornetto G3Ferrari ha un ruolo fondamentale. Grazie alle alte temperatura che questo fornetto è in grado di raggiungere riusciremo finalmente a cuocere le nostre pizze senza troppo rimpiangere la pizza cotta nel forno a legna della pizzeria.

Preriscaldiamo il forno, impostando il termostato su livello 2, quando la spia rossa si spegne il forno è pronto.
Utilizzando le apposite pale in dotazione, inforniamo la pizza ed alziamo il termostato alla massima potenza.
Dopo 4 minuti apriamo velocemente il coperchio e aggiungiamo gli ingredienti, continuiamo la cottura per un altro minutino circa.

Buona Pizza a tutti.

 

 

(Visited 85 times, 1 visits today)

Salvatore

precedente
Mezze maniche con baccalà e crema di ceci
precedente
Mezze maniche con baccalà e crema di ceci

Aggiungi il tuo Commento